Home , � Italia Programmi Colpisce Ancora

Italia Programmi Colpisce Ancora

Non apritegli la porta


di Igor Carta.
Sembrava una storia ormai chiusa in seguito all’intervento del Capo dello Stato, ma la notizia che circola in queste ore, se confermata, avrebbe del clamoroso: stiamo parlando della famigerata truffa architettata dal portale italiaprogrammi.net. Riassumendo brevemente, tale portale offriva la possibilità agli internauti di scaricare in modo facile e veloce numerose applicazioni per il pc, antivirus come AVG o Avira, software come Messanger e Skype, e anche applicazioni non propriamente legali come Emule, tutti software rilasciati gratuitamente dalle stesse case editrici. Per fare ciò era necessario compilare un breve form con i dati personali. La sorpresa arrivava dopo circa due settimane, quando al malcapitato utente veniva recapitata una simpatica missiva in cui lo si metteva al corrente di aver sottoscritto un contratto biennale al modico costo di 96 euro annuali. La natura fraudolenta emerse quasi subito, le interpellanze della Estesa non tenevano conto del fatto che non era mai stata evidenziata la natura onerosa del servizio, che si chiedevano oneri per applicazioni gratuite senza riconoscere una percentuale alle case che li avevano prodotti, senza contare i toni minatori impiegati nelle lettere.
Niente di strano che la società Estesa, citata in giudizio, non abbia mandato nessuno del poderoso ufficio legale che millantava di possedere, ma le richieste via mail e posta prioritaria tedesca non si sono di certo fermate, arrivando a minacciare convocazioni presso un fantomatico “Tribunale Giudiziario Regionale”…l’ultima novità al riguardo vedeva l’arresto di un 64enne ungherese al quale pare che fosse intestato il dominio. Tutto sembrava, tornando al presente, che si fosse concluso con l’oscuramento del sito dopo che la richiesta di pagamento venne recapitata anche all’inquilino del Quirinale, invece l’ultima novità, stando a quanto segnalato da ACU (Associazione Consumatori Utenti), vorrebbe che la Estesa sia passata al contrattacco, ovvero operando esazioni porta a porta!!
Il consiglio è ovviamente il solito, ovvero non pagare ed ovviamente non lasciare entrare in casa nessuno ed avvisare immediatamente le forze dell’ordine, non sono solo quelli della Estesa a ricorrere a simili mezzi, e cosa assai più importante, passate parola e segnalate la cosa alle associazioni dei consumatori, lo si può fare comodamente online e costa solo qualche minuto, un prezzaccio considerando che sono in ballo i nostri diritti!

Tags: ,

0 commenti to "Italia Programmi Colpisce Ancora"

Leave a comment